Cucina con o senza isola? Quando sceglierla e perché

isola cucina

Chi ha arredato di recente una casa o ha intenzione di farlo sa quanto possa essere difficile organizzare la cucina. Si tratta di una stanza fondamentale, dove si passa diverso tempo e dove si devono aver garantite tutte le comodità necessarie. Senza tralasciare l’aspetto estetico.

Va da sé che si parli sempre di un discorso soggettivo, ma è sicuramente in base allo spazio necessario che possiamo orientare le nostre scelte. Una di quelle principali per ciò che concerne la scelta dell’arredamento di una cucina è sicuramente legata alle isole.

Uno dei dilemmi principali è quello che si basa sulla scelta di una cucina con isola o senza isola. Come vedremo nel dettaglio, le cucine con isola sono perfette se si ha uno spazio notevole a disposizione. Ma vediamo nel dettaglio.

Cucina con isola: perché sceglierla 

Per prima cosa, cerchiamo di capire effettivamente cosa sia una cucina con isola. Con questo termine ci riferiamo essenzialmente ad una cucina che possa sfruttare una struttura centrale, una vera e propria isola, che consente di posizionare il lavello, o il piano cottura, o entrambi, o magari che sia soltanto sede di un piano d’appoggio. Una sorta di tavolo aggiunto. Si tratta di una struttura organizzativa molto elegante, esteticamente parlando di impatto visivo indubbio e anche molto funzionale. 

Oltre a ciò, una cucina con isola si può adattare a qualsiasi tipo di stile della nostra cucina e della nostra casa. Come già anticipato, non è difficile capire come questo tipo di cucina possa essere realizzato solo se si ha a disposizione un certo spazio, ma senza dubbio è una scelta molto apprezzata da tante persone.

Tanti vantaggi

Ci sono tanti vantaggi che spingono a optare per questo tipo di cucina. Per prima cosa il fatto che riesca a dare un aspetto molto più conviviale ed elegante alla stanza. Oltretutto, riesce è caratterizzata da una funzionalità fuori dubbio: pensate a quanto possa essere comodo tagliare o lavare qualcosa su uno spazio così ampio. 

E ancora, la possibilità di tenere tutto l’ambiente in ordine e pulito, non è da sottovalutare. La cucina diventa un luogo aperto, arioso, spazioso e ordinato. Va detto, ovviamente, che sono necessari alcuni requisiti fondamentali e bisogna tener conto del fatto che una cucina di questo tipo necessiti di tanto spazio e una organizzazione oculata, anche per quanto riguarda la fase di progettazione dei vari impianti: gas, acqua e così via, tutte le tubature devono essere dirottate verso il centro della stanza.

Diverse tipologie

Ciò che forse non tutti sanno è che esistano varie tipologie di cucine con isola disponibili. Per esempio, quello più comune è la cucina con isola centrale. In questo caso, oltre allo spazio adeguato, è necessario anche considerare che la stessa isola diventi il centro della stanza, il fulcro, e ci si deve regolare di conseguenza. Con questo tipo di cucina si possono sfruttare degli aperitivi in compagnia, o addirittura delle cene veloci.

Ma è disponibile anche un nuovo tipo di isola, ovvero quella contemporanea. In tal caso parliamo di una cucina che è realizzata con delle linee definite, ma spesso minimalista. Ovviamente parliamo di una cucina che punta tutto sull’estetica, ma che comunque sia garantisce anche una certa funzionalità. 

Infine, c’è un tipo di cucina con isola che imita in sostanza un tavolo. Sicuramente esteticamente non sarà paragonabile alle precedenti, ma non occupa lo stesso spazio, nonostante sia necessario accostarvi delle sedie o degli sgabelli per renderla funzionale.

Come avrete potuto vedere, ci sono tante possibilità da poter sfruttare al meglio, adattando le proprie esigenze a quelle che sono le novità che offre il mercato.